FERRO VELHO

 

Tutto torna,come nel dopoguerra quando si “aggiustavano” i vecchi abiti e si passavano,di generazione in generazione. Mi ricordo ancora il loden rivoltato o i jeans che Indicavano le tappe dello sviluppo,”facciamo economia “si diceva…allora.

Oggi è tutto un fiorire al di qua e di là dei vari oceani di mastri tagliatori,mastri saldatori,mastri sellai,mastri e abbasta che ti prendono un ferrovecchio buttato nella spazzatura o dimenticato nel sottoscala barra cantina per un tozzo di pane e ti fanno una special,….che costa milleemille euri.

Ci son più biemvù barra salamadonna tagliate,accorciate,cimate, in giro oggi che negli anni 70/80 e motoguzzi che,oggi, quando t’indovina la moto ci monta sopra il motore sbagliato,ma allora sapeva quel che faceva e le Moto le faceva bene,tant’è i vecchi le mans son finiti e anche gli SP e tutti i mastri del mondo li vogliono, ” ’chè son Moto ignoranti“ e mentre ti mandano affanculo si vendono da Dio.

Il cafè racer system impazza, ci trovi gente vestita da”caferacer” che non ha nemmeno la moto, altri fanno le Moto per vendere le magliette, sciarpe, scarpe e scarponi e guanti e cinture e borse e foulard…che in Moto non ci saliranno mai.

Altri, astuti, si ci fanno i bar cafè racer, alla moda, fighi da morire, magari nel quartiere della Moto che quando ci vado mi commuovo e torno bambino, come quando mio papà mi portava alle giostre, perché ci vendono di tutto, ogni tanto anche una Moto. Ma adesso non ce l’ho più il Papà che mi compra la maglietta col disegno della Moto e se l’avessi ancora, probabilmente, dopo aver sentito il prezzo d’un paio di guanti, mi tirerebbe due scarpate in culo.

I migliori di tutti però son loro, che han capito tutto da tempo, e organizzano un raduno per Moto vintage ma che non deve esser solo vintage, perché altrimenti è solo vecchia, deve esser vintage ”elaborata cool”, belle da morire, guidata da gente fica, tutti alti, magri, con la barba incolta, accessoriati come da catalogo del perfetto maschio rude e dominante, sponsorizzata da chi gli  accessori e li vende a tutti……tutti chi?…tutti quelli che la Moto vintage non ce l’hanno e se per caso se la comprano e non la mettono in salotto, la rivendono subito che non riescono ad accenderla, e a tutti quelli che si fanno una new classic e la usano e la fanno e rifanno a gusto proprio, che la passione è tornata e tutto ad un tratto ci si è accorti che la passione”vende”.

C’è chi si compra addirittura un marchio…morto e sepolto..e rifà la Moto?…un cazzo, fa giubbotti col marchio della Moto. Investono sulla passione,degli altri.

Di questi tempi di crisi avresti mai detto??

Rjng

I commenti sono chiusi.